IQNA

23:51 - July 13, 2019
Notizie ID: 3484130
Manama-Iqna- Un religioso del Bahrain e una figura dell'opposizione ha sottolineato che, nonostante Manama abbia ospitato un seminario sul cosiddetto "accordo del secolo" all'inizio di questo mese, tutti i Bahrain sono uniti contro il complotto USA-Israele.
Tutti i cittadini del Bahrein uniti contro l'

Parlando con IQNA, Seyed Murtaza al-Sindi, un membro di spicco del movimento islamico dell'opposizione al-Wafa, ha detto che è stato trattenuto a Manama perché il regime di Al Khalifa crede di aver bisogno del sostegno di Stati Uniti e Israele per fermare la rivolta popolare nel Paese del Golfo Persico.

Se i funzionari del Bahrein sentivano di avere il sostegno del popolo, non ricorrerebbero agli Stati Uniti e ad Israele per salvare il loro governo, ha aggiunto.

Il Bahrain ha ospitato il seminario il 25 e il 26 giugno per incoraggiare ciò che chiama investimenti nella West Bank e nella Striscia di Gaza come parte del piano del presidente americano Donald Trump per la Palestina.

Il raduno organizzato dagli Stati Uniti è stato boicottato da numerosi gruppi e dirigenti d'affari palestinesi.

Al-Sindi ha detto che alcuni paesi arabi del Golfo Persico, in particolare l'Arabia Saudita, che cercano relazioni con Israele hanno reso il Bahrain una vittima e lo hanno costretto a essere un precursore nel normalizzare i legami con il regime sionista.

Ha sottolineato che tutto il popolo del Bahrain, compresi gli sciiti, i sunniti, l'opposizione e coloro che favoriscono il regime al potere, ha una posizione unita sulla questione della Palestina, considerandola la questione centrale e cardine del mondo musulmano.

Questo è il motivo per cui l'accordo del secolo e il seminario di Manama sono stati contrastati dalla gente del paese, ha osservato.

Il religioso ha inoltre deplorato la partecipazione di alcuni paesi arabi al seminario e spera che tutti gli stati arabi adottino una posizione unitaria contro i complotti orditi per minare la causa della Palestina.

L'accordo sullo stratagemma del secolo è stato affrontato dal genero del presidente americano Donald Trump, Jared Kushner.

E 'stato respinto dai palestinesi, i quali affermano che le politiche della Casa Bianca sono state palesemente di parte in favore di Israele.

I palestinesi hanno interrotto tutti i contatti con l'amministrazione Trump da quando il presidente ha rotto con decenni di politica bipartisan per riconoscere al-Quds (Gerusalemme) come capitale di Israele nel dicembre 2017.

 

http://iqna.ir/fa/news/3824022

Nome:
Email:
* Commento: