IQNA

23:59 - January 09, 2019
Notizie ID: 3483610
Nuova Delhi-Iqna- La camera bassa del parlamento indiano ha approvato martedì una legge che garantisce, a seguito di determinati requisiti, la cittadinanza ai membri di alcune comunità religiose ma non ai musulmani

India: approvata legge sulla cittadinanza che esclude i musulmani

La camera bassa del parlamento indiano ha approvato martedì una legge che garantisce la cittadinanza, a seguito di determinati requisiti, ai membri di alcune comunità religiose ma non ai musulmani

Il disegno di legge riguarda gruppi selezionati - compresi indù, cristiani e sikh - che si sono trasferiti dal Bangladesh, dal Pakistan e dall'Afghanistan e che hanno vissuto in India per almeno sei anni.

La nuova legge, che per entrare in vigore dovrà essere approvata anche dalla camera alta del parlamento, ha provocato molte critiche da parte della comunità islamica e delle organizzazioni che si battono per la parità dei diritti religiosi in India.

L'iniziativa ha anche scatenato dure proteste nello stato nord-orientale dell'Assam, dove milioni di immigrati si sono stabiliti negli ultimi decenni dopo la fuga dai paesi limitrofi.

I dimostranti affermano di essere contrari al disegno di legge perché concede la cittadinanza agli immigrati provenienti da altrove, accusando i migranti di togliere posti di lavoro agli abitanti indigeni.

Lo stato di Assam, con i suoi 33 milioni di abitanti, è stato afflitto per decenni dalle tensioni tra gruppi indigeni tribali ed etnici e migranti provenienti dai paesi confinanti.lla regione. Lunedì un piccolo partito della coalizione governativa guidata dal BJP ad Assam, l'Asom Gana Parishad (AGP), ha lasciato l'alleanza per protestare contro il disegno di legge, dicendo che avrebbe portato ad un eccessivo afflusso di indù bengalesi.

 

iqna.ir/en

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

Nome:
Email:
* Commento: